Ruota il dispositivo per accedere correttamente ai contenuti del sito.

Share
Facebook Twitter

CET1 e procedura di "Bail in"

 

CET 1-Common Equity Tier 1

Dal prossimo anno entrerà in funzione il meccanismo unico di risoluzione delle crisi bancarie definito a livello europeo. Come noto a tutti i risparmiatori più attenti, sarà fondamentale sapersi orientare fra le diverse proposte dei numerosi istituti di credito. Per permettere a chiunque di valutare la solidità patrimoniale delle banche vengono impiegati degli indicatori, che le banche sono obbligate a pubblicare sul loro sito. Il parametro più significativo per comparare i risultati tra un istituto e l’altro è il “CET 1-Common Equity Tier 1”.

Nonostante il difficile contesto economico, informiamo la nostra gentile clientela che la Cassa Rurale di Mezzolombardo e San Michele all'Adige, al 31 dicembre 2014, ha raggiunto lo straordinario livello del:

17,98%

Dato nettamente superiore alla media del sistema bancario nazionale. E’ un successo da condividere con  tutti i nostri soci e clienti che hanno saputo apprezzare la correttezza e la trasparenza del nostro operare.

Specifichiamo inoltre che, a partire dal 1° gennaio 2014, sono state trasposte nell’ordinamento dell’Unione europea le riforme previste dal Comitato di Basilea (“Basilea 3”). Tra le novità della disciplina, sono stati rivisti gli obblighi di informativa al pubblico riguardanti l’adeguatezza patrimoniale, l’esposizione ai rischi e le caratteristiche generali dei relativi sistemi di gestione, misurazione e controllo.

Le modifiche sono tese ad introdurre, fra l’altro, maggiori requisiti di trasparenza, maggiori informazioni sulla composizione del capitale regolamentare e sulle modalità con cui la banca calcola i ratios patrimoniali.

Il documento è reso disponibile annualmente, congiuntamente ai documenti di bilancio nella sezione download.

Per saperne di più Scarica il documento nella sezione download voce "Bilancio al 31/12/2014 e informativa Basilea 3" Vai alla sezione

 

Nuove regole europee sulla gestione delle crisi bancarie

Come sopra accennato, il Parlamento ha da poco approvato la Legge di Delegazione Europea 2014 per il recepimento della Direttiva sul risanamento e la risoluzione delle banche (BRRD), da completare con l'emanazione dei relativi decreti legislativi. Con il recepimento della BRRD, a partire dal 1° gennaio 2016, potranno essere chiamati a contribuire alla risoluzione delle banche eventualmente in crisi anche i creditori senior della banca (c.d. procedura di Bail in) ad eccezione dei depositi inferiori a 100.000 euro che continueranno ad essere integralmente protetti dai sistemi di garanzia.

In relazione a ciò, più volte la Banca d'Italia ha richiamato la necessità di fornire alla clientela informazioni esaustive sulle caratteristiche dei diversi prodotti bancari e finanziari. In proposito segnaliamo alla Vostra attenzione la pubblicazione sul sito della Banca d'Italia di un importante documento che spiega in parole semplici il nuovo processo.

Per saperne di più Scarica il documento di Banca d'Italia nella sezione download Vai alla sezione